Che mangiamo stasera? Lasagnetta con carciofi,pecorino, trita e prosciutto crudo a cubetti, con besciamella tartufata

Lasagnetta con carciofi,pecorino, trita e prosciutto crudo a cubetti, con besciamella tartufata

Lasagnetta con carciofi,pecorino, trita e prosciutto crudo a cubetti, con besciamella tartufata

Lasagnetta con carciofi,pecorino, trita e prosciutto crudo a cubetti, con besciamella tartufata

Portata: Primo

Difficoltà: Medio-Bassa
Preparazione: 40 minuti

Una lasagna un pò diversa dal solito, nutriente e con sapori belli forti che per i suoi ingredienti è perfetta nel periodo di Pasqua, in quanto sono di stagione.Una cosa molto comoda di questa ricetta, così come anche le altre ricette di Pasqua che troverete nel mio sito, si può preparare il giorno prima.

In questa versione ho usato la trita di manzo, ma come accostamento potete scegliere la carne che più vi piace, magari una carne nera come il coniglio o il cinghiale, che si sposa bene con questi sapori.

Ingredienti

  • 250gr Lasagne(se volete farle voi, tiratele ad uno spessore di 3 mm, in modo che non sia ne troppo sottile, ne troppo spessa, il giusto per assorbire bene tutti gli ingredienti)
  • 4 carciofi romaneschi
  • 200gr prosciutto crudo tagliato spesso (o in alternativa le vaschette di prosciutto a cubetti)
  • 200gr trita di manzo
  • 100gr pinoli
  • 100gr pecorino
  • 100ml panna fresca
  • 300ml di besciamella (nel caso non la vogliate fare voi)
  • 5 cucchiai di salsa di tartufo (la trovate abbastanza facilmente al supermercato, io l'ho trovata al Simply. In alternativa potete usare la pasta di tartufo o se avete fortuna, una bella grattugiata di tartufo.

Procedimento

  • Lavate i carciofi, spelate bene il gambo e tagliatelo a un paio di centimetri dal fiori.
  • Togliete i petali più che sono quelli più duri e tagliate la punta come se stesse temperando una matita, in modo da togliere tutte le punte ma senza togliere troppa polpa al carciofo.
  • Tagliate a metà per il lungo i carciofi e scavate la parte interna per eliminare la barba e le ultime spine. Tagliate alla julienne.
  • In genere per non far annerire i carciofi si usa il limone. Il problema è che di solito o se ne mette troppo poco, che equivale a non metterlo o se ne mette troppo e quindi il sapore di limone rimane. Da poco ho imparato una tecnico semplicissima e che da risultati ottimi.
    Mettete un cucchiaio di farina in una scodella, riempiti di acqua e girate fino a togliere tutti i grumi.
    A questo punto mettete i carciofi tagliati. Quando li toglierete dalla bacinella avrete i carciofi belli bianchi e l'acqua completamente nera.
  • Saltate in padella i carciofi con poco olio, sfumando con del vino bianco.
  • I carciofi dovranno essere morbidi. Se dopo la cottura vi accorgete che ci sono delle parti che rimangono dure, non disperate, frullate tutto con un pò d'olio.
  • Tagliate a cubetti piccoli il prosciutto e fate rosolare in padella senza aggiungere niente. Mettete in un piatto o una scodella con della carta assorbente.
  • Nella stessa padella, preparate un soffritto, senza usare l'olio, userete il grasso che il prosciutto ha lasciato in cottura.
  • Buttate la carne e fate rosolare lentamente, sfumando con del vino rosso e aromatizzando con il rosmarino, sale, pepe e maggiorana.
  • Se avete optato per le lasagne già pronte, fatele bollire in pentola, anche se sono già precotte.
  • Unite la besciamella con il tartufo e la panna.
  • Versate nella teglia un pò di besciamella al tartufo, e iniziate con il primo strato di pasta.
  • Continuate gli strati mettendo nell'ordine carciofi, carne, prosciutto, pinoli, besciamella e pecorino grattugiato e pasta.
  • Ricordatevi che per l'ultimo strato bisogna mettere solo pasta, besciamella e formaggio (e se volete qualche cubetto di prosciutto).
  • Per una perfetta gratinatura mettete qualche ricciolo di burro. Infornate a 190° per 15 20 minuti.